navigazione: Home > Lavoro > Ciccioli (FdI): “Elica, grazie al mandato forte e unanime dell’Aula consiliare, la Regione Marche potrà proseguire il pressing sul Mise”

Ciccioli (FdI): “Elica, grazie al mandato forte e unanime dell’Aula consiliare, la Regione Marche potrà proseguire il pressing sul Mise”

“Attraverso questa risoluzione unitaria si dimostra, ancora una volta, la grande attenzione della Regione Marche, guidata dal presidente Francesco Acquaroli, e di tutto il Consiglio regionale nei confronti della vertenza Elica.

Mi auguro che nel prossimo incontro del tavolo di crisi al ministero dello Sviluppo economico previsto per il 19 ottobre alle 10:30, il fronte congiunto Istituzioni e parti sociali possano portare l’importante azienda marchigiana a ulteriori passi in avanti in termini di salvaguardia dei posti di lavoro e di mantenimento delle produzioni nel territorio”. Questo il commento del capogruppo di Fratelli d’Italia al Consiglio regionale, Carlo Ciccioli, a seguito dell’approvazione della mozione unitaria nel corso della seduta odierna del Consiglio regionale.

"Ringrazio i colleghi consiliari per l’ampia discussione e per aver votato la risoluzione che rafforza il ruolo di mediatore assunto, fin dal principio, vale a dire dalla presentazione dello scellerato piano strategico di Elica il 31 marzo scorso, dal presidente Francesco Acquaroli, dell’Esecutivo e della maggioranza di centrodestra. I lavoratori e i sindacati hanno potuto contare sul pressing nei confronti dell’azienda fabrianese e ottenere l’inizio di una trattativa che rischiava di non partire neppure. Ora, però, occorre un ulteriore step. Vale a dire l’impegno da parte del Mise di tutti quegli strumenti in suo possesso per azzerare gli esuberi e fare in modo che sia conveniente, anche dal punto di vista industriale, far permanere le produzioni in Italia, nel nostro territorio. Ben sapendo che la Regione Marche effettuerà tutte le pressioni dovute, anche grazie al mandato che oggi è stato rafforzato da quest’Aula, ed è pronta a porre in essere politiche attive per favorire il ricollocamento e la formazione di eventuali esuberi che nessuno auspica. Abbiamo accolto i suggerimenti giunti, certo avremmo voluto essere maggiormente pregnanti specificando il passaggio sulla Zes, dialogando con Abruzzo e Umbria per accelerare l’iter, che ci potrà garantire l’utilizzo di uno strumento in grado di affrontare non solo questa vertenza industriale, ma anche una prospettiva di nuovo sviluppo individuando, presto e bene, le aree per complessivi 2.200 ettari da identificare per le agevolazioni previste.

Ringrazio - conclude il capogruppo di Fratelli d’Italia al Consiglio regionale, Carlo Ciccioli – l’assessore Guido Castelli per aver illustrato all’aula i progressi fatti in tal senso. E ringrazio, altresì, l’assessore Aguzzi per l’impegno e la grande passione che ha garantito per l’Esecutivo in questa vertenza”.

In allegato PDF la mozione.Puoi commentare l'articolo su Vivere Fabriano


Carlo Ciccioli (FDI)