navigazione: Home > Lavoro
Primo piano
Mercoledì 29 Aprile 2015

Ascoli: Prysmian, il gruppo vuole chiudere lo stabilimento. Quaglietti (USB): 'Il territorio non può morire in silenzio'

"Il gruppo Prysmian ha ribadito mercoledì mattina al tavolo del Mise, a Roma, davanti al Ministro Federica Guidi, la sua volontà di chiudere lo stabilimento di Ascoli, anche rinunciando agli incentivi previsti per gli investimenti al sud. Noi diciamo al Governo di ritirare quei contributi pari a 32 milioni di euro, e con queste risorse investire sul sito ascolano, trovando nuovi compratori che possano rilanciare e far proseguire l'attività della fabbrica."


Altre notizie

Prysmian, è l'ora della verità per lo stabilimento di Ascoli
Martedì 28 Aprile 2015 - Mentre scriviamo a Roma i giochi sono fatti. Sarebbe un delitto se il Governo non avesse trovato una strada percorribile per stoppare la chiusura dello stabilimento PRYSMIAN di Ascoli Piceno; certificherebbe il suo fallimento in tema di sviluppo ed occupazione ed una resa incondizionata allo smantellamento industriale del Piceno.

Eridania Sadam, mobilità per 162 dipendenti dei 4 ex zuccherifici
Lunedì 13 Aprile 2015 - In concomitanza con il termine al 30 giugno dei regimi di cassa integrazione guadagni, che le leggi vigenti non consentono di prorogare ulteriormente,
Eridania Sadam S.p.A. si vede costretta ad avviare la procedura di mobilità per 162 lavoratori, dipendenti presso i siti ex saccariferi di Castiglion Fiorentino (AR), Celano (AQ), Fermo (FM), Jesi (AN).

Ascoli: Prysmian, la Regione Marche si oppone alla chiusura
Sabato 11 Aprile 2015 - A seguito delle ultime dichiarazioni dei vertici dell’Azienda Prysmian tese a ribadire le scelte di ristrutturazione degli stabilimenti in Italia che comporterebbero la chiusura totale di quello ubicato ad Ascoli Piceno, la Regione Marche, in vista del prossimo incontro presso il Ministero dello Sviluppo Economico tra l’azienda e le OOSS, ribadisce la propria posizione di netta e forte contrarietà.

Dipendenti Province di Ascoli e Fermo, martedì 17 incontro in Regione tra Canzian e Usb
Lunedì 16 Marzo 2015 - Martedi 17 marzo alle ore 12, una delegazione dell'Usb Marche composta dal segretario Andrea Quaglietti, Vanessa Orfei ed altri Rsu appena eletti delle Province di Ascoli e Fermo, saranno ricevute ad Ancona, presso la sede della Regione, dall'assessore al Piceno Antonio Canzian.

Monsano: vertenza Sicc, lunedì sit in davanti al palazzo regionale e incontro con Luchetti
Venerdì 13 Febbraio 2015 - Vertenza Sicc Monsano: lunedì 16 febbraio, a partire dalle ore 14,30, sindacati e lavoratori effettueranno un presidio davanti alla sede della Regione Marche.

Whirlpool/Indesit: nasce nuovo Coordinamento nazionale Fiom
Martedì 16 Dicembre 2014 - Si sono congiuntamente riuniti martedì 16 dicembre, presso la Camera del Lavoro di Bologna, i coordinamenti nazionali FIOM di Whirlpool e di Indesit. Nella riunione è stato deciso di riunire i due coordinamenti e costituire il Coordinamento nazionale FIOM della nuova azienda nata dalla acquisizione di Indesit da parte di Whirlpool.

Ascoli: Cooperlat. Mastrovincenzo (CISL): 'Costruttivo il percorso proposto dalla Regione'
Martedì 17 Giugno 2014 - Il documento predisposto dalla Regione Marche sulla vicenda della Cooperlat valorizza un settore e un’azienda importanti per la nostra realtà regionale, per il valore economico e sociale che essi esprimono.

Montemarciano: System Retail ricerca un tecnico sistemista
Martedì 17 Giugno 2014 - System Retail SPA ricerca e seleziona TECNICO SISTEMISTA da inserire nel proprio organico.

Ascoli: vicenda Cooperlat, interviene il vicepresidente Antonio Canzian
Giovedì 12 Giugno 2014 - Il vicepresidente della giunta regionale Antonio Canzian interviene a seguito dell’incontro di mercoledì 11 giugno con i rappresentanti delle cooperative marchigiane della Cooperlat, per precisare alcuni punti essenziali della vicenda .

Ascoli: Cooperlat, la Regione valuterà il possibile impegno di un soggetto partecipato
Lunedì 09 Giugno 2014 - La giunta regionale, nell’odierna seduta, prima di procedere ai consueti lavori, ha esaminato nuovamente la difficile situazione della Cooperlat di Ascoli Piceno, alla luce della decisione dell’Azienda di non sottoscrivere una proposta di accordo che mirava a garantire un futuro allo stabilimento di Ascoli.